Mercato dei masterbatch

Verso i 14 miliardi di dollari entro il 2024

Marketing - lunedì, 29 ottobre 2018

I piani d’investimento nazionali e il quadro politico stabile che favoriscono le case automobilistiche della regione Asia-Pacifico sono destinati a produrre un impatto significativo sull’espansione del mercato da qui al 2024. Il migliore tenore di vita e il conseguente mutamento delle preferenze dei consumatori in quest’area geografica imprimeranno infatti nuovo slancio alle vendite di veicoli, incrementando la domanda di polimeri e di masterbatch.

L’espansione della superficie agricola utilizzata, innescata dall’incremento demografico, favorirà la domanda di film contenenti masterbatch biologici, che ne agevolano la biodegradazione. A trainare questo mercato è la tendenza di aziende e consumatori a optare per prodotti sempre più ecologici, oltre alle eccellenti proprietà di protezione contro l’umidità di questi masterbatch, in grado di aumentare la produttività delle colture.

A ostacolare l’espansione del mercato interviene tuttavia il rialzo dei prezzi dei masterbatch, influenzati, per esempio, dalla forte domanda proveniente dai settori di consumo finale e dal costante incremento dei prezzi delle materie prime. A rallentare la domanda, inoltre, interverrà anche l’entrata in vigore di regolamenti particolarmente rigidi da parte di diversi governi, volti a promuovere l’utilizzo di pigmenti specifici in imballaggi e contenitori alimentari.

Il mercato dei masterbatch neri sta invece attraversando un periodo di espansione significativa, con un CAGR del 5,7% circa, grazie alla loro progressiva diffusione nell’automotive e all’elevato consumo in altri settori. Al secondo posto per importanza si collocano i masterbatch colore, ampiamente utilizzati in svariati imballaggi e prodotti di largo consumo.

In termini di fatturato, il settore automotive si aggiudica la fetta di mercato più importante, con un totale di 6,3 miliardi di dollari registrati nel 2016. In rapida espansione sia nella regione Asia-Pacifico che in Europa, è dominato principalmente dalla Cina, favorita da un piano di sviluppo nazionale in questo ambito e investimenti, in particolare, per i veicoli elettrici.

Per quanto riguarda l’agricoltura, si prevede una crescita del 6,0% circa all’anno, stimolata dall’espansione della superficie agricola, dovuta alla rapida crescita demografica. Parimenti, anche il segmento dei beni di consumo registrerà una forte espansione, trainata dagli elettrodomestici.

La regione Asia-Pacifico promette una crescita a ritmi sostenuti, non solo nell’automotive, ma anche nei settori emergenti di beni di consumo e imballaggi - dove India e Cina, ad esempio, stanno investendo cifre significative - e in edilizia, con l’aumento della domanda di materie plastiche e, quindi, di masterbatch. Al secondo posto in termini di quota di mercato, con un CAGR del 5,6% circa, si colloca l’Europa, dove la massiccia produzione di auto e il miglioramento delle condizioni di mercato, dopo la recessione economica, promettono di promuovere l’espansione del settore.


Torna alla pagina precedente