Centralina Dolphin di Moretto

Smistamento del materiale “a tuffo”

Tecnologia - mercoledì, 12 aprile 2017

La centralina di smistamento completamente automatica Dolphin, messa a punto da Moretto per la distribuzione delle resine alle macchine di processo nei sistemi centralizzati di trasporto del materiale, si basa su un movimento “a tuffo” di bracci meccanici indipendenti comandati da un cilindro pneumatico con una velocità di posizionamento di un solo secondo. A partire da una struttura di base di Dolphin, è possibile configurare in modo modulare ed espandibile da 2 a 36 utenze in entrata e in uscita. Questo permette di ampliare la centralina nel tempo senza ricorrere a interventi troppo onerosi.

Dolphin consente l’accoppiamento dei bracci ermetici grazie ad anelli di tenuta, evitando così qualsiasi rischio di contaminazione del materiale, e la sua costruzioni completamente in acciaio inossidabile la rende adatta all’impiego in campo medicale. Ogni braccio è dotato del proprio azionamento, su cui, in caso di guasto, si può intervenire singolarmente senza coinvolgere quelli degli altri bracci e pregiudicare la funzionalità dell’intero reparto.

Grazie alla semplicità costruttiva, il tratto comune è di soli 100 mm, a ulteriore garanzia di un trasporto esente da contaminazioni. Dolphin non necessita di manutenzione e lubrificazione e, a detta del costruttore, ha una durata almeno quattro volte superiore a ogni altra centralina.


Torna alla pagina precedente