Xtreme Renew di Sipa installato in Giappone

Primo impianto al mondo per produrre in un unico processo preforme al 100% in rPET

Tecnologia - mercoledì, 21 novembre 2018

È italiana la tecnologia che permette di produrre le prime bottiglie al mondo interamente in plastica riciclata partendo direttamente da materiale di scarto. Presso gli stabilimenti di Kyoei Industry - primaria azienda giapponese che ricicla materie plastiche - a Kasama, in Giappone, infatti, è stato inaugurato Xtreme Renew, il primo sistema progettato e costruito da Sipa (Zoppas Industries) per produrre in un unico ciclo di riscaldamento preforme di qualità vergine utilizzando il 100% di scaglie di PET riciclato. Si tratta di una soluzione perfettamente in linea con l’economia circolare, in grado di riutilizzare scarti industriali nello stesso processo produttivo, rendendo quest’ultimo economico e sostenibile e garantendo un prodotto di elevata qualità. All'inaugurazione erano presenti, oltre ai rappresentanti aziendali, anche i viceministri dell’industria, dell’agricoltura e dell’ambiente giapponesi.

Le preforme verranno poi destinate a Suntory, gruppo globale da 20 miliardi di dollari di fatturato annuo e 38 mila dipendenti nel mondo, che, con oltre 2,5 miliardi di bottiglie riempite ogni anno, è uno dei principali produttori e distributori mondiali di bevande per marchi quali Schweppes e Orangina, per i mercati europei, e PepsiCo, per quello americano.

Le bottiglie post consumo in PET vengono trasformate in scaglie pulite, pronte per alimentare direttamente l’impianto per produrre le preforme, che avrà una capacità di 300 milioni di pezzi all’anno. Xtreme Renew le decontamina, rendendole adatte al contatto con gli alimenti, ne incrementa la viscosità - passaggio fondamentale per aumentare le prestazioni dei contenitori finali - le fonde e filtra il fuso, che passa direttamente alla ruota di inietto-compressione per produrre le preforme. 

Tutto il processo è costantemente ispezionato da telecamere, a garanzia dell’alta qualità dei contenitori. 

L’eliminazione di uno dei passaggi di fusione, che tende ingiallire la resina, assicura inoltre un prodotto finale particolarmente “puro” con un’estetica elevata.

Xtreme Renew, grazie alle fasi di processo integrate, permette di ridurre del 30% il consumo di energia in confronto ai processi tradizionali e di abbattere fino al 60% le emissioni di anidride carbonica rispetto all’utilizzo di resina vergine.

“Sipa ha messo a punto un sistema originale in linea con l’economia circolare e con le più avanzate direttive in tema di riciclo delle bottiglie in plastica che oggi sono disperse nell’ambiente. Il sistema è stato inaugurato con grande successo in Giappone alla presenza dei Ministeri di economia, agricoltura e ambiente, a riconferma dell’alto livello di innovazione tecnologica raggiunta da Sipa e del decisivo contributo alla soluzione dell’inquinamento dato dal riciclo del PET, a cui si aggiunge anche il vantaggio economico per il cliente. Proprio in questi giorni oltre 50 clienti da tutto il mondo visitano l’impianto installato nella nostra sede a Vittorio Veneto, numero che dimostra quanto interesse abbia suscitato”, ha dichiarato Gianfranco Zoppas, presidente di Zoppas Industries.


Torna alla pagina precedente