Sviluppo applicativo di Covestro

Polioli da anidride carbonica anche per lo sport

Materiali - lunedì, 26 novembre 2018

Le pavimentazioni sportive sintetiche possono essere adesso prodotte partendo dall’anidride carbonica. Presso il Crefelder Hockey and Tennis Club di Krefeld (Germania), infatti, è stato inaugurato un campo da hockey su prato il cui substrato è stato realizzato utilizzando un legante a base di poliolo Cardyon di Covestro, ottenuto dall’anidride carbonica. Si tratta di un’applicazione innovativa, poiché tale gamma di materiali fino a oggi era stata impiegata per produrre poliuretano flessibile per materassi e imbottiture per arredamento.

Il substrato elastico è stato realizzato dal produttore tedesco di pavimenti sportivi Polytan, con sede a Burgheim e parte di Sport Group, che utilizza il legante in combinazione con granulato di gomma. È stato posato su un campo da gioco di 99 x 59 metri e serve ad ammortizzare l'effetto di un nuovo tappeto erboso artificiale blu brillante, anche questo realizzato da Polytan.

"L'uso del biossido di carbonio come nuova materia prima è un approccio promettente per rendere la produzione delle industrie chimiche e delle materie plastiche più sostenibile. In questo modo, utilizziamo l’anidride carbonica in un processo a ciclo chiuso e risparmiamo petrolio: su questa base, vogliamo offrire un portafoglio di prodotti completo per il maggior numero possibile di aree di applicazione, in linea con la nostra visione di rendere il mondo un luogo migliore e più sostenibile", ha spiegato Markus Steilemann, CEO di Covestro.

"Attribuiamo grande importanza all'utilizzo di materie prime sostenibili e siamo sempre alla ricerca di alternative ecologicamente più sensate rispetto ai prodotti convenzionali. Idealmente, anche la qualità del prodotto può essere migliorata, Covestro garantisce esattamente questo con Cardyon", ha affermato Daniel Klomp, responsabile acquisti di Sport Group.

L'uso dell’anidride carbonica è reso possibile grazie a una tecnologia che Covestro ha sviluppato insieme ai suoi partner. L’anidride carbonica è utilizzata come fonte di carbonio, consentendo di sostituire fino al 20% di materie prime fossili tradizionali.


Torna alla pagina precedente