Solvay aumenta la produzione in Italia

Più fluoroelastomeri a Spinetta Marengo

Materiali - giovedì, 17 ottobre 2019

Per rispondere al forte aumento della domanda per applicazioni di tenuta ad alte prestazioni nei settori automobilistico, dell’oil & gas e dei semiconduttori, Solvay aumenterà di circa il 30% la capacità produttiva di fluoroelastomero vulcanizzabile con perossido Tecnoflon presso il suo stabilimento di Spinetta Marengo (Alessandria). L’incremento produttivo sarà avviato entro maggio 2021 e segue quelli recenti nello stesso stabilimento italiano e a Changshu, in Cina.

 

“Solvay negli ultimi anni ha globalizzato la sua posizione di leader nei fluoroelastomeri Tecnoflon, ampliando la nostra presenza produttiva in Europa, Stati Uniti e Cina. Le nostre presenza globale e competenza tecnologica ci consentono di servire costantemente e anticipare la crescente domanda di questi materiali avanzati da parte dei nostri clienti.  Questo investimento recente consolida la nostra leadership negli elastomeri fluorurati con perossido vulcanizzabile consentendo applicazioni avanzate come i turbocompressori all'avanguardia che riducono il consumo di carburante e le emissioni di anidride carbonica e consentono la realizzazione di motori più piccoli e leggeri”, ha commentato Augusto Di Donfrancesco, membro del comitato esecutivo di Solvay.

 

I fluoroelastomeri Tecnoflon trovano applicazione nei sistemi per il ricircolo dei gas di scarico, nei tubi dei turbocompressori, nelle tenute e nelle guarnizioni per i motori a combustione interna e nei veicoli ibridi ed elettrici grazie alla loro resistenza alle alte temperature e ai fluidi chimici. Trovano impiego anche nell’industria dei semiconduttori e nei componenti elettronici inossidabili, contribuendo a garantire la purezza degli ambienti di impiego.


Torna alla pagina precedente