Solvay
Hennecke si riorganizza

Maggiore efficienza grazie a un’unica identità di marchio

Tecnologia - lunedì, 14 ottobre 2019

La crescita continua del marchio Hennecke, l'acquisizione di Hnnecke-OMS in Italia e lo sviluppo di una rete di vendita e assistenza internazionale congiunta hanno reso necessaria la creazione di un'identità di marchio unificata per tutti i prodotti: è nato così Hennecke Group.

 

La nuova identità aziendale è molto più di un semplice cambiamento nella comunicazione esterna: nel corso del riallineamento, anche la complessa organizzazione internazionale Hennecke è stata semplificata per migliorarne l’efficienza. Da settembre 2019, al posto di un gruppo di diverse società, una rete di unità aziendali chiaramente strutturate fornisce nuovi effetti sinergici. Sotto il nome di Hennecke 2.0, Thomas Wildt, il nuovo CEO di Hennecke Group, sta guidando attivamente la trasformazione verso una struttura organizzativa più efficiente, sia internamente che esternamente.

 

La nuova identità di marca riguarda due aspetti fondamentali: la combinazione dei tre portafogli di prodotto indipendenti - Hennecke Polyurethane Technology, Hennecke-OMS ed Hennecke Roll Forming Technology - i cui singoli prodotti resteranno separati e continueranno a essere ben identificabili come tali, e la rete globale di siti produttivi e uffici di vendita e assistenza che forniscono ai mercati locali prodotti e servizi del Hennecke Group. Di conseguenza, le unità organizzative responsabili di prodotti specifici del gruppo continueranno a operare solo con il nuovo marchio. Dal punto di vista della rete internazionale, l'identità unificata consente notevoli sinergie e una comunicazione più strutturata verso tutti i clienti Hennecke.

 

I processi aziendali saranno decentralizzati. Divisi in quattro centri di eccellenza, ogni sede di Hennecke Group si concentrerà sui suoi punti di forza. I tempi di consegna per prodotti standardizzati, per singole macchine dosatrici e per impianti completi per pannelli saranno più brevi perché tutto verrà erogato da un unico fornitore.

 

“Nell'ambito del progetto Hennecke 2.0, riorganizzeremo Hennecke e trasformeremo l'azienda per renderla più efficiente nell’immediato futuro. Hennecke sta decentralizzando la sua complessità organizzativa. Ciò include la chiusura di due siti che fino a ora fornivano servizi all'attività dei marchi principali. Ciò che in precedenza era stato progettato e costruito in più siti in parallelo, ora sarà prodotto in un solo centro di eccellenza. Questo renderà l'intero gruppo aziendale più competitivo. Con Hennecke Group facciamo un grande passo in avanti e ci concentriamo su quanto in passato ci ha permesso di raggiungere il successo. Questo include le nostre eccellenti macchine dosatrici e un'ampia gamma di servizi. Inoltre, integreremo le singole aziende in modo più sostanziale nella rete Hennecke", ha dichiarato Wildt.

 

Lo sviluppo, la progettazione e la produzione di tutte le macchine ad alta e bassa pressione per poliuretano e delle teste di miscelazione saranno concentrati presso la sede tedesca di Sankt Augustin. Lo stabilimento di Verano Brianza, in Italia, si occuperà invece della produzione di impianti in continuo per pannelli sandwich. La sede di Pittsburgh, negli Stati Uniti, sarà responsabile dei serbatoi di stoccaggio, mentre a Jiaxing e Shanghai, in Cina, saranno sviluppate e prodotte le parti “dry” degli impianti.

 

Secondo le attese, la riorganizzazione Hennecke 2.0 apporterà, oltre a una maggiore efficienza, anche una più alta professionalità. Hennecke Group non intraprenderà alcuna attività ad alto rischio. "L'orientamento ai processi ci permette di riconoscere tempestivamente i potenziali rischi tecnici e commerciali, di analizzarli e di mitigarli insieme ai nostri clienti", ha concluso Wildt.


Torna alla pagina precedente