Comuni Ricicloni 2018: i premi di Conai

Le città con una raccolta differenziata di qualità

Plastica e ambiente - venerdì, 29 giugno 2018

Anche quest’anno Conai, nell’ambito della cerimonia conclusiva dell’edizione 2018 del concorso “Comuni Ricicloni”, avvenuta il 27 giugno a Roma, ha premiato i Comuni che più si sono impegnati nella realizzazione di una raccolta differenziata di qualità dei rifiuti di imballaggio.

A Roma Capitale è stato assegnato il premio “Teniamoli d’occhio”, in seguito alla firma di un protocollo d’intesa per la realizzazione di un progetto esecutivo per i Municipi VI e X (Prenestino e Ostia), per un totale di circa 500 mila abitanti coinvolti.

La Città di Bari ha invece vinto il premio “Start Up nello step 1”, dopo aver iniziato l’implementazione di un piano incentrato su un sistema di raccolta prevalentemente domiciliare. I risultati ottenuti nei primi tre quartieri sono particolarmente incoraggianti, con percentuali di raccolta differenziata intorno all’80%, anche grazie ad attività di informazione e sensibilizzazione realizzate con il supporto di Conai e dei consorzi di filiera.

Il Comune di Potenza si è invece aggiudicato il premio “Obiettivo 65%”, ossia la percentuale di raccolta differenziata ottenuta dal nuovo servizio di raccolta, che vede coesistere una raccolta di tipo porta a porta (area industriale e parte del centro abitato), di prossimità (area delle contrade) e di conferimento assistito per il centro storico e un’altra area della città (Bucaletto).

Al Comune di Catanzaro è stato assegnato il premio “Best Practice”: il primo step di avvio della raccolta differenziata - frutto di una collaborazione tra i Comuni di Catanzaro e Gimigliano - è partito nel 2016, moltiplicando i quantitativi pro capite di rifiuti conferiti in maniera differenziata da 5 a 23 kg al mese.

Contestualmente, al Comune di Cosenza è stato attribuito il premio “Pioniere in Calabria”, a seguito di un protocollo d’intesa sottoscritto nel 2014 con Conai per attività di startup, comunicazione e sensibilizzazione dei cittadini. L’implementazione di queste azioni ha consentito di passare in un solo anno dal 28% al 54% di raccolta differenziata, con punte mensili intorno al 65%. Il premio nasce dal fatto che Cosenza è stato il primo Comune della Calabria sopra i 50 mila abitanti a investire su una scelta amministrativa importante, che ha generato un effetto emulazione, stimolando un miglioramento della situazione della raccolta differenziata in tutta la Regione.

Infine, una menzione speciale è stata assegnata all’Ambito Territoriale Integrato numero 4 dell’Umbria, comprendente 32 Comuni della Provincia di Terni. Nel 2017 la raccolta differenziata nell’area è cresciuta ulteriormente, attestandosi al 71,3%, con punte dell’81,3% nel Comune di Attigliano.

“Premiare l’impegno dei Comuni è di fondamentale importanza perché l’organizzazione di un buon servizio di raccolta differenziata, indispensabile per garantire un efficace avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio, richiede un forte impegno da parte sia dell’amministrazione comunale sia dei cittadini. Siamo contenti di dare visibilità agli esempi positivi di chi punta alla gestione dei rifiuti sul territorio, trasformandoli in una risorsa ambientale ed economica”, ha dichiarato il presidente di Conai, Giorgio Quagliolo.

Il raggiungimento di questi risultati è stato possibile grazie al lavoro che Conai ha svolto e continua a svolgere sul territorio con i Comuni, attraverso l’Accordo Quadro Anci-Conai, che promuove lo sviluppo della raccolta differenziata di qualità. Grazie alle convenzioni attivate dai Comuni nell’ambito dell’Accordo, nel 2017 sono state ritirate per essere avviate a riciclo più di 4 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Nel 2017 il tasso di avvio a riciclo degli imballaggi immessi al consumo sul territorio nazionale, anche grazie all’operato di Conaii e dei consorzi di filiera, è stato del 67,5%, per un totale di 8,8 milioni di tonnellate di rifiuti trasformati in materia prima seconda.


Torna alla pagina precedente