Acquisizione

La maggioranza di Tecom a Union, che entra nel film flessibile

Tecnologia - venerdì, 5 luglio 2019

Il pacchetto di maggioranza di Tecom è stato acquisito da Union, che, con l’operazione, aggiunge alla propria gamma di impianti di estrusione per foglie, lastre, pannelli, tubi e profili in materiali rigidi ed espansi anche quelli per film flessibili destinati ad applicazioni quali borse e sacchetti, imballaggi agricoli e termoretraibili, pallettizzazione ecc.

 

Tecom, infatti, è specializzata nella costruzione di linee per l’estrusione in bolla di film in polietilene e biopolimeri compostabili (commercializzati con il marchio GoBio) da uno a tre strati destinati alla produzione di imballaggio.

 

L’acquisizione, si legge nella nota stampa con cui Ferdinando Passoni, presidente di Union, annuncia l’operazione, rafforza la posizione della capofila Union, da sempre interessata ad allargare, nel mercato dell’estrusione, portafoglio prodotti e campi di applicazione.

 

Il mondo della plastica, prosegue la nota, subirà una trasformazione probabilmente epocale che costringerà tutta la filiera, partendo soprattutto dai grandi gruppi chimici, a introdurre prodotti di nuova generazione che rispondano ai requisiti di riciclabilità e dispersione in sicurezza nell’ambiente e questo chiamerà tutti gli operatori a creare sinergie fra eccellenze diverse e alternative, per creare nuove tecnologie al passo con le necessità di una industria che cambia.

 

Massimo Gazzi e Andrea Colombo, titolari di Tecom, manterranno i rispettivi ruoli in azienda, contribuendo alla sua gestione e allo sviluppo di nuove tecnologie nel campo dell’estrusione.


Torna alla pagina precedente