Solvay
Bandera si sdoppia durante il K

Intelligenza nell’estrusione e idee innovative al servizio dell’economia circolare

Tecnologia - giovedì, 10 ottobre 2019

Per il packaging e il converting del futuro le soluzioni di Bandera volgono a: minimizzare il consumo energetico, ridurre gli spessori dei film con l’obiettivo di rendere gli imballaggi più leggeri e quindi sostenibili.

 

Per fare fronte a diversi settori applicativi, Bandera presenterà al K 2019 un nuovo concetto applicato alla sua serie di linee Barrier Flex Seven per film in bolla a 7 strati. Si tratta di una soluzione unica e innovativa che combina film in bolla con effetto barriera e alta barriera e la realizzazione di film a base poliolefinica ad alta produttività.

 

Le linee Barrier Flex Seven offrono una elevata flessibilità nella produzione di film barriera senza influire sulle prestazioni, in caso di film poliolefinico, o sulla qualità del prodotto finito (con tolleranze ottimizzate). L’efficienza energetica è stata attentamente considerata nella progettazione degli inpianti Barrier Flex Seven, per cui Bandera ha implementato l’uso di sistemi a basso consumo e motori a riluttanza per il funzionamento sincronizzato, con conseguente riduzione delle emissioni acustiche, e semplificando notevolmente le operazioni di manutenzione.

 

La necessità di linee interconnesse ha spinto Bandera a riprogettare il sistema di controllo delle linee per film in bolla, migliorandone la gestione e ottimizzando il processo. L’ottimizzazione del sistema di controllo della linea massimizza la comunicazione con le apparecchiature e i sistemi industriali per la raccolta e la gestione dei dati: la connettività con il sistema d’informazione ne permette una raccolta e una gestione rapida ed efficiente.

 

L’introduzione dell’IoE - Internet of Extrusion -  un HMI innovativo, permette la semplificazione della diagnostica della manutenzione predittiva dei sistemi e dei motori e una maggiore accessibilità ai parametri di controllo del processo. Un display 3D ampio e luminoso offre una panoramica generale dello stato dell’impianto, così come opzioni per la visualizzazione remota da tablet o smartphone.

 

Come di consueto, in concomitanza con la fiera K, la House of Extrusion di Bandera a Busto Arsizio (Varese) ospiterà un evento a porte aperte, dove saranno in mostra linee per film in bolla a 3 e a 7 strati per l’industria del packaging flessibile e del converting, sezioni di linee per l’estrusione di film agricoli multistrato e geomembrane impermeabilizzanti e un’innovativa linea di estrusione a testa piana per il settore del packaging rigido, dedicata principalmente alla produzione di foglia rigida a 5 strati in PET e di film in PLA per applicazioni nell’imballaggio alimentare.

 

In open house sarà presentato anche l’impianto di estrusione a testa piana Condor Line, che rappresenta il centro di apprendimento più avanzato tecnologicamente per i settori di packaging e converting. Quest’ultima linea rappresenta essenzialmente un modo innovativo di supportare le aziende trasformatrici nell’affrontare obiettivi e produzioni innovativi. Più in dettaglio, la linea di estrusione a testa piana sarà equipaggiata con un sistema di extrusion coating in linea e comprende complessivamente 9 estrusori. L’impianto viene proposto come strumento di ricerca per il settore di riferimento, poiché i requisiti di produzione industriale sono implementati a tale scopo.

 

Bandera attualmente sta portando avanti l'ulteriore espansione delle unità produttive aziendali. La nuova area di 3.000 metri quadrati che si sta aggiungendo ai 2.600 già esistenti include una torre di 35 metri per le linee per film in bolla di medie e grandi dimensioni. Inoltre, la nuova area fornirà supporto operativo per l’assemblaggio di intere linee in breve tempo destinate a dimostrazioni e alle operazioni industriali quotidiane.


Torna alla pagina precedente