Porte aperte in Biesse

In mostra le soluzioni per lavorare materiali tecnologici

Tecnologia - lunedì, 2 luglio 2018

Il 28 e il 29 giugno Biesse ha aperto le porte del suo stabilimento di Pesaro per mostrare in esclusiva le soluzioni sviluppate per tutti i trasformatori che lavorano materiali tecnologici. L’evento è stato organizzato in collaborazione con 3A Composites, fornitore di svariati materiali in lastra quali Alucobond, Dibond e Forex.

In particolare è stato possibile assistere a una demo del funzionamento della cella dedicata alle lavorazioni nesting, in grado di aumentare la produttività grazie all’ottimizzazione delle operazioni e degli spazi. La cella era composta da un centro di lavoro Rover Plast B FT per l’esecuzione di tutte le tipologie di lavorazione nesting di materiali plastici e compositi, accompagnato dai magazzini Winstore K2 e  Winstore K1, rispettivamente per il carico e lo scarico dei pezzi.

I visitatori hanno potuto assistere a dimostrazioni dal vivo di tutti i centri di lavoro della gamma Rover per le esecuzioni di lavorazioni speciali e della gamma Brema Plast Eko 2.1 per la fresatura verticale. Inoltre, era in funzione la macchina Materia CL, centro di lavoro a 5 assi per le lavorazioni ad alta velocità di materiali avanzati con forme complesse. Per le operazioni di sezionatura era presente la macchine Selco Plast WN6, sezionatrice a una linea di taglio per la produzione di lotti di medie dimensioni.

A completare la gamma, la nuova termoformatrice Terma, presentata a Plast 2018 e per la prima volta in funzione presso lo stabilimento di Biesse. Terma è dedicata alla termoformatura di materie plastiche mediante stampo con tecnologia del vuoto, che consente di utilizzare lastre di diversi materiali, spessori e finiture, rispondendo alle più diverse esigenza del mercato.

 “Grazie alla spinta innovativa che la contraddistingue, Biesse sviluppa e offre soluzioni automatizzate per aziende di tutte le dimensioni. Tecnologie che facilitano il lavoro quotidiano e che si inseriscono non solo nelle grandi fabbriche ma anche nelle piccole aziende che hanno imparato il grande valore che le macchine Biesse possono portare” ha dichiarato Raphaël Prati, direttore marketing e comunicazione di Biesse Group.

“La crescita di Biesse nel settore dei materiali tecnologici deriva da scelte strategiche basate sull’ampliamento e il completamento della gamma e sull’investimento in risorse umane dedicate alle aree tecnica, commerciale e di servizio, sostenendo concretamente i nostri clienti in ogni parte del mondo per ogni tipo di esigenza. L’interesse che ci rivolgono i nostri clienti ci spinge a crescere a nostra volta e a ricercare per loro l’eccellenza tecnologica in grado di trasformare il processo produttivo”, ha commentato Matteo Nazionale (nella foto in basso), business manager per i materiali plastici e compositi di Biesse.

Tra le soluzioni integrate e all’avanguardia per l’automatizzazione e la digitalizzazione della fabbrica era esposta Sophia, la piattaforma di Biesse che abilita i trasformatori a una vasta gamma di servizi per semplificare e razionalizzare la gestione del lavoro. Si basa sulla connessione a un cloud e particolari sensori applicati alle macchine, che insieme consentono di registrare e inviare in tempo reale informazioni e dati sulle tecnologie in uso per ottimizzare le prestazioni, prevenire i malfunzionamenti e aumentare la produttività delle macchine e degli impianti. Inoltre, la connessione diretta con Parts, il portale ricambi di Biesse, e la possibilità di aggiornare i software attraverso un click offrono strumenti di lavoro quotidiano che semplificano molte attività.


Torna alla pagina precedente