Plast 2018

Il salone milanese vince la scommessa e centra tutti gli obiettivi

Marketing - mercoledì, 6 giugno 2018

Bilancio ampiamente positivo per la diciottesima edizione di Plast, il salone internazionale per l’industria delle materie plastiche e della gomma, svoltosi presso il quartiere fieristico di FieraMilano, a Rho-Pero, dal 29 maggio all'1 giugno 2018.

“Non poteva andare meglio. La nostra segreteria è davvero soddisfatta dei risultati della mostra, per almeno due motivi”, dichiara Alessandro Grassi, presidente di Amaplast e della società di gestione Promaplast. “Innanzi tutto, perché la nostra scelta di dare vita - insieme agli organizzatori delle altre quattro mostre (Ipack-Ima, Meat-Tech, Print4all, Intralogistica Italia) - al progetto fieristico denominato The Innovation Alliance si è rivelata vincente: gli oltre 150 mila operatori che vi hanno partecipato hanno avuto accesso a una panoramica tecnologica di filiera esaustiva e senza precedenti. The Innovation Alliance risulta così il maggiore evento fieristico dopo il Salone del Mobile; fin dal primo giorno, corso Italia e i 17 padiglioni di FieraMilano sono apparsi affollati di visitatori, fino alla chiusura”.

“Ancora più importante, per quanto riguarda Plast in particolare, e per noi motivo di orgoglio, è stata la soddisfazione degli espositori, che hanno apprezzato il notevole afflusso di operatori qualificati e il numero di contratti chiusi direttamente in fiera. Le aspettative, già ambiziose, sono state quindi superate dalla realtà”.

Plast 2018 ha registrato la presenza di 1500 espositori - su una superficie di 55000 mq netti - con una crescita significativa, oltre i venti punti percentuali, della partecipazione espositiva dall’estero, a conferma dell’internazionalità della mostra che, solo per fare un esempio, ha visto il notevole ampliamento delle collettive cinese e iraniana.

Oltre 63000 i visitatori, in base alle stime della segreteria organizzativa sulle dichiarazioni di interesse prioritario indicate dagli operatori al momento della registrazione. Non è possibile, infatti, determinarne con precisione il numero, in quanto il biglietto d’ingresso delle cinque mostre concomitanti consentiva l’accesso a tutti e diciassette i padiglioni che ospitavano The Innovation Alliance.

Dall’estero proveniva il 27,5% dei visitatori; 117 i paesi di provenienza, con Spagna, Francia e Germania maggiormente rappresentati.

Una trentina le delegazioni ufficiali accolte in fiera, che, intervistate dalla segreteria, hanno manifestato grande apprezzamento, se non addirittura sorpresa, per le dimensioni e la completezza della vetrina tecnologica offerta da Plast 2018 - nonché dai saloni satellite Rubber (per il mondo della gomma), 3D Plast (produzione additiva e tecnologie affini) e Plast-MAT (materiali plastici innovativi) - nell’ambito della rassegna The Innovation Alliance.

Nucleo portante della mostra è stato il segmento di macchine, attrezzature e stampi per la lavorazione di materie plastiche e gomma: oltre 3500 le unità esposte in fiera. Ampia l’offerta tecnologica in chiave Industria 4.0, discussa anche nel corso dei numerosi convegni che hanno arricchito la manifestazione fieristica.


Torna alla pagina precedente