Fornitura Moss in America

Decorazione a tutta velocità senza errori

Tecnologia - giovedì, 11 ottobre 2018

Un importante gruppo americano operante nel settore del packaging cosmetico ha di recente collaudato un impianto MS 1030 di Moss per la stampa serigrafica su vasetti in PETG per creme.

La configurazione della macchina prevede una torretta rotante intermittente a comando meccanico a 36 posizioni, il cui layout orizzontale consente l'installazione di diversi accessori tra cui, oltre al sistema di rimozione delle cariche elettrostatiche e delle particelle di polvere dalla superficie da decorare, un innovativo sistema di ricerca periferica, che permette di registrare ogni vasetto puntualmente nella medesima posizione. Questo sistema è stato messo a punto dal costruttore per rispondere a una specifica esigenza del cliente in questione, che doveva posizionare la stampa in un punto ben preciso dei vasetti. Grazie ai sofisticati sistemi di movimentazione impiegati da Moss è stato inoltre possibile rispondere a quella che era un’altra importante prerogativa per l’azienda americana, ossia evitare qualsiasi tipo di segno o graffio sulla superficie lucida e trasparente dei contenitori.

Moss, oltre ad aver, come di consueto, affiancato il trasformatore nella scelta della macchina e della configurazione più adatta a soddisfare le proprie esigenze di decorazione, ha anche introdotto alcune importanti novità su questo modello. In aggiunta alle tre teste di stampa serigrafica, il massimo installabile sull’MS 1030, con un accurato studio di ottimizzazione degli spazi, è riuscita a implementare un sistema per il controllo della qualità del prodotto fornito dal costruttore italiano DecoSystem. Inoltre, l’utilizzo di automatismi per le operazioni di carico e scarico dei vasetti, attivati da servomotori e configurabili da remoto tramite l’unità di controllo industriale B&R installata sulla macchina, hanno permesso di raggiungere la velocità produttiva di 3300 vasetti all’ora, corrispondente all’obiettivo del trasformatore.


Torna alla pagina precedente