Solvay
Stajvelo sceglie Xencor LFT di Solvay

Bicicletta elettrica tutta in composito

Materiali - martedì, 22 ottobre 2019

I compound Xencor LFT di Solvay sono stati scelti da Stajvelo per realizzare la prima bicicletta elettrica al mondo interamente in materiali compositi stampati a iniezione. Stajvelo, con sede nel Principato di Monaco, ha selezionato il compound Xencore a base di poliarilammide rinforzata con fibra lunga di Solvay per la sua capacità di soddisfare i severi requisiti strutturali, meccanici ed estetici richiesti dall’applicazione.

 

Xencor estende significativamente le prestazioni dei compound Ixef di Solvay, che sostituiscono con successo il metallo impiegato nei dispositivi medicali, nelle componenti a vista delle automobili e nei piccoli elettrodomestici, dove la finitura estetica delle superficie è fondamentale.

 

“Il progetto della bicicletta elettrica di Stajvelo concretizza l’equilibrio difficile da realizzare tra forma e funzionalità, grazie anche all’esclusiva combinazione di proprietà di Xencor. Grazie all’esperienza di Solvay nei polimeri e al suo supporto nella tecnologia di lavorazione, siamo riusciti a progettare un processo produttivo con un'integrazione ottimale tra le funzioni e il risparmio di tempo nelle attività di assemblaggio”, ha affermato Thierry Manni, fondatore e CEO di Stajvelo.

 

I compound Xencor LFT di Solvay contengono tipicamente dal 30 al 60% di rinforzo, a seconda del polimero e del prodotto. La fibra costituisce un elemento strutturale essenziale in quanto crea un fitto scheletro tridimensionale all’interno del componente stampato a iniezione. Questo scheletro di fibre presenta proprietà strutturali largamente superiori e maggiore stabilità dimensionale rispetto ai compound tradizionali ad alto contenuto di carica rinforzati con fibra corta.

 

Lo scopo dei compound Xencor LFT è quello di colmare il divario in termini di rapposrtoo prezzo/prestazioni tra i termoplastici a fibra corta (SFT) e i materiali compositi avanzati. Questi materiali combinano elevata robustezza, eccellenti prestazioni antiurto, stabilità termica, ridotta resistenza allo scivolamento, eccellente qualità estetica superficiale, facile lavorabilità.

 

“I compound Xencor sono progettati per sostituire il metallo in applicazioni semistrutturali, che richiedono prestazioni maggiori di quelle ottenibili con prodotti a base di SFT e dove il metallo non è una scelta percorribile, per limiti di peso o di costo unitario”, ha dichiarato Eric Martin, global manager per i compound Xencor LFT di Specialty Polymers di Solvay.

 

I compound Xencor LFT sono adatti per applicazioni semistrutturali in diversi settori tra cui  quello automobilistico, dei trasporti, dell’edilizia, industriale, dei beni di consumo e degli articoli sportivi e per il tempo libero.


Torna alla pagina precedente