Regolazione precisa e riproducibile della viscosità relativa

Arriva il “correttore di viscosità”

Materiali - martedì, 7 novembre 2017

Con il suo additivo Bruggolen TP-M1417, la società Brüggemann Chemical - fondata nel 1868 e con sede a Heilbronn, in Germania - offre ai trasformatori e ai compoundatori la possibilità di regolare la viscosità relativa delle poliammidi da loro utilizzate. Il nuovo prodotto, infatti, permette l’aumento della qualità delle poliammidi riciclate per produrre gradi adatti allo stampaggio a iniezione e offre quindi un risparmio economico rispetto all’uso di polimeri vergini.

Aggiungere Bruggolen TP-M1417 agli scarti poliammidici di viscosità elevata permette di produrre un materiale che ha la viscosità richiesta e ottime proprietà meccaniche, allo stesso livello delle poliammidi vergini utilizzate per l’iniezione. Con un’elevata rigidità e un’alta resistenza all’impatto, i materiali riciclati ottenuti sono ottimi per le medesime applicazioni in cui vengono usati polimeri vergini di corrispondente viscosità.

Un altro vantaggio dell’additivo sviluppato da Brüggemann Chemical è che può essere utilizzato per modificare la viscosità relativa anche delle stesse poliammidi vergini. I produttori di polimeri possono quindi regolare e adattare la viscosità durante il processo di compounding senza dover invece cambiare il prodotto nel bel mezzo di un processo continuo di polimerizzazione in impianto, con tutte le difficoltà del caso. Ciò aumenta la flessibilità di produzione e riduce considerevolmente la quantità di materiali di scarto o fuori di specifica.

Bruggolen TP-M1417 viene fornito in granuli ed esente da polvere, per un dosaggio ottimale in macchina. Infine, è facile da processare e compatibile con tutti i gradi di poliammidi e, pertanto, ideale per il compounding.


Torna alla pagina precedente