Solvay
Wittmann a Mecspe 2019

A Parma con due celle di produzione: Industria 4.0 e stampaggio bimateriale

Tecnologia - lunedì, 4 marzo 2019

Con due presse a iniezione della serie servoidraulica SmartPower, la partecipazione a Mecspe 2019 (Parma, 28-30 marzo) di Wittmann si concentra sulla digitalizzazione e su una tecnologia di processo all’avanguardia.

Le possibilità di integrazione del programma Wittmann 4.0 per la quarta rivoluzione industriale vengono illustrate su una macchina SmartPower 120/525, nel cui sistema di controllo Uniblog B8 è integrato il robot W918 e tutte le periferiche, quali i termoregolatori Tempro plus D, i miscelatori Gravimax e gli essiccatori Drymax. Tutti i dispositivi saranno collegati attraverso lo modalità “plug & produce” (innesta e produci), che permette la connessione istantanea di tutti i componenti della cella di produzione e il suo avvio.

Tramite il router Wittmann 4.0, infatti, la cella di produzione e tutte le apparecchiature necessarie, come, appunto, robot, termoregolatori, dispositivi di misurazione, essiccatori e regolatori di flusso elettronici, vengono configurati in conformità con i dati dello stampo selezionato. Tutti i dati richiesti per la gestione della macchina e degli ausiliari sono resi disponibili e quando sono necessari interventi di manutenzione il router stesso fornisce un accesso sicuro a tutti i moduli della cella di produzione tramite un unico indirizzo IP.

Su una macchina SmartPower 240/750H/210S Combimould, invece, verrà prodotto, mediante stampo a doppia cavità, l’alloggiamento in ABS e TPU della console del controllo remoto Teachbox per il robot R9. Un robot WX142 preleverà il componente dalla prima cavità e lo trasferirà nella seconda per lo stampaggio degli inserti. Successivamente una stampante a getto di inchiostro stamperà un codice QR per la tracciabilità dei dati di produzione, prima che le parti vengano depositate e ordinate su un nastro trasportatore.


Torna alla pagina precedente