Medea Ambiente

A Catania, dai rifiuti solidi urbani alle scaglie in rPET

Plastica e ambiente - venerdì, 10 novembre 2017

La società Medea Ambiente nasce dall’intuizione di alcuni imprenditori siciliani operanti da anni nel settore dei rifi uti, i quali, data l’alta percentuale di plastica presente nell’indifferenziato del territorio isolano, hanno pensato bene di valorizzare questo materiale. L’idea alla base del loro progetto, infatti, è stata quella di realizzare un impianto che riuscisse a trattare il PET proveniente dalla selezione di strutture adibite al trattamento dei rifi uti solidi urbani (RSU).

Vista la specifi cità delle scaglie di rPET, l’impianto è stato studiato e realizzato per effettuare un lavaggio più “drastico”, coadiuvato da un sistema di depurazione altamente performante.

Il primo e il secondo anno di attività sono trascorsi effettuando innumerevoli prove di produzione. Durante il terzo anno si è iniziato a fornire i produttori di reggia, con soddisfacenti risultati. Giunta ormai al quarto anno, l’azienda si accinge ad affrontare il mercato della fi bra sintetica. Da diversi mesi, inoltre, l’impianto tritura e lava anche PET proveniente dalla raccolta differenziata, con una capacità produttiva di 1000 kg/h. Il prossimo obiettivo è l’aumento della capacità produttiva e il miglioramento della qualità della scaglia.

La società Medea Ambiente vanta uno spazio di 2500 metri quadri dedicati all’impianto di lavaggio e altrettanti 2500 metri quadri adibiti a magazzino, con un piazzale esterno di circa 4000 metri quadri. Tutte le macchine e le attrezzature installate sono di aziende italiane leader del settore.

In una regione di oltre 5 milioni di abitanti come la Sicilia, dove il tasso di raccolta differenziata fa fatica a decollare, Medea Ambiente garantisce un importante recupero di materiale proveniente dalla raccolta indifferenziata.


Torna alla pagina precedente